C.I.L.A. 

C.I.L.A.  comunicazione inizio lavori asseverata: si tratta degli interventi edilizi eseguibili senza alcun titolo abilitativo ma previa comunicazione dell'inizio lavori corredata da una relazione tecnica e dagli opportuni elaborati progettuali, a firma di un tecnico abilitato. 

 

(Per consultare il listino prezzi, clicca QUI )

(Tempo evasione pratica  7 giorni , per urgenze particolari possono essere ridotti ) 

 

Gli interventi soggetti a cila sono ad esempio: 

 

-  l'apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti    strutturali dell'edificio

 

- Interventi di manutenzione straoridnaria : le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti  anche strutturali degli edifici.

 

- realizzare e integrare i servizi igienico sanitari e tecnologici.

 

- Installazione di nuovi impianti.  

 

l'art 6  comma 7 del T.U.E. (testo unico edilizia) riporta quanto segue "La mancata comunicazione dell'inizio dei lavori ((di cui al comma 2, ovvero la mancata comunicazione asseverata dell'inizio dei lavori di cui al comma 4,)), comportano la sanzione pecuniaria pari a ((1.000 euro)). Tale sanzione è ridotta di due terzi se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l'intervento è in corso di esecuzione."

 

Quindi l'articolo 6 comma 7 riporta le sanzioni per:

- presentazione cila in corso d'opera (cila in sanatoria) : sanzione di 333 euro

- presentazione cila a lavori terminati (cila in sanatoria)  : sanzione di 1000 euro 

 

La cila è sanzionabile dal punto di vista civile, ma non da quello penale come può essere una mancata presentazione di una  D.I.A. 

 

Nella cila  deve essere indicata anche la ditta o il professionista (muratore , idraulico, elettricitsta)  che eseguirà i lavori edilizi. Se viene indicata più di una ditta bisogna ricorrere anche al progettista e al coordinatore in materia di salute sicurezza (il progettista e il coordinatore è un'unica figura professionale, architetto o ingegnere). Se i vigili, i tecnici del municipio o l'usl  dovessero fare un sopralluogo e constatare più ditte esecutrici o ditte non dichiarate nella CILA, il proprietario dell'immobile e il tecnico incorrono in sanzioni elevate (vedere d.lgs. 9 aprile 2008 n 81).

 

DETRAZIONE IRPEF :

 

Fino al 31 dicembre 2016,  Il costo della cila e i lavori eseguiti possono essere detratti del 50% (detrazione IRPEF 50%) per un massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con illimite di 48.000 euro per unità immobiliare. 

 

La legge di stabilità 2016 ha inoltre prorogato la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni),
finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione 

 

Scarica la guida "ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali" redatta dall'Agenzia Delle Entrate cliccando qui 

 

Fonti : 

- art 6 del T.U.E. (testo unico edilizia aggiornato al 2014, clicca qui per scaricare )

- Disciplina edilizia comune di Roma 2012 (clicca qui per scaricare) 

- NTA comune di Roma  (clicca qui per scaricare)